Investire all'estero o morire in Italia?

Se leggete tutti i miei post passati troverete una sintesi esatta di quello che in questi anni stà accadendo in Italia. Ormai è sotto gli occhi di tutti che l'investimento nel mattone in Italia è ormai qualcosa che appartiene al passato e che non ritornerà MAI PIU'. Aspettare od intestardirsi credendo che qualcosa cambi è solo perdita di tempo e di denaro. In questi giorni si approverà da parte di questo governo il MES. Ci indebiteremmo come non mai in Europa e chi deterrà il nostro debito non sono i FRATI FRANCESCANI ma bensì gruppi finanziari che hanno come mira la colonizzazione dell'Italia a prezzi stracciati. Un debito è un debito...o lo paghi o ne paghi le conseguenze. Negli anni seguiranno tasse e tasse e tasse. Come più volte detto gli Italiani sono i più grandi possessori di immobili in Europa cosa accadrà quando dovremmo restituire monti di denari ai grandi gruppi finanziari? Tasseranno gli immobili.

Già lo fanno ma la pressione salirà....lentamente ma salirà. Allora si salverà solamente chi avrà saputo investire fuori dall'Italia. In paesi a bassa tassazione e con grande rendita da vendita o affitti. Io capisco che per l'Italiano medio sia difficile concepire un tale concetto. Investire all'estero non è facile, però non è nemmeno così complicato come può sembrare. Fatelo e fatelo presto......


2 visualizzazioni0 commenti